Attualità

La verità è che ciò che accade a queste giovani donne ci riguarda più di quanto siamo disposti a credere, parla dei nostri valori democratici e delle battaglie che scegliamo o meno di condurre.

Nella Repubblica Islamica, ribellarsi a un sistema arcaico e lesivo dei diritti umani equivale a una condanna al carcere. Una donna che scelga di non indossare il velo rischia a qualunque età di essere persino ammazzata. Valori che noi diamo erroneamente per scontati, altrove sono ancora un miraggio.

Valori che noi diamo erroneamente per scontati, altrove sono ancora un miraggio. Perciò, dalla morte di Masha Amini e Hadith Najafi, le donne d’Iran protestano senza sosta contro uno dei sistemi più repressivi. Nessuno Stato, nessuna fede o cultura dovrebbe imporre simili coercizioni e violenze.

Nessuno Stato, fede o cultura dovrebbe imporre simili coercizioni e violenze. La comunità internazionale, di cui l'Italia fa parte, non può ritenere la loro causa una partita persa, noi stessi non possiamo dirci inermi.

La verità è che ciò che accade a queste giovani donne ci riguarda più di quanto siamo disposti a credere, parla dei nostri valori democratici e delle battaglie che scegliamo o meno di condurre. In una società sempre più aperta e multietnica, c’è molto che le istituzioni possono fare per proteggere le donne islamiche e affermare con forza i loro diritti; per difenderle e non smettere mai di lottare contro qualunque regime.

Valentina Mercanti

Sono nata il 5 maggio 1982 a Lucca, dove vivo con Luca, mio marito, e Nando, il nostro cane. Tra i suoi paesi e le affollate vie del centro ho coltivato l'amore per il nostro immenso patrimonio di arti e mestieri, da tutelare e sostenere con ogni mezzo. Così, dopo una significativa esperienza di volontariato in Emergency, nel 2012 ho avviato il mio impegno politico con l'adesione al progetto del Partito Democratico. Prima in città e oggi in Regione, ma da allora sono fiera di poter lavorare ogni giorno per la mia comunità e il nostro straordinario territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *